• 01-09-2014 Status Quo:in uscita il prossimo 20 ottobre 2014'Aquostic (Stripped Bare)'.
  • 13-09-2013 Status Quo: unica data italiana il 15 settembre a Milano é stata annullata.
  • 25-05-2013 Leon Cave é il nuovo batterista.
altre news
altre newsNewsStatus Quo!

New cd 'BULA QUO'

Acquista

Video

 

Story

1965: Gli Spectres suonano come gruppo di spalla nella tournée degli Hollies attraverso l’Inghilterra. In quel periodo fanno la conoscenza di Rick Parfitt che fa parte del trio vocale degli Highlights.

1966: Il produttore John Schroeder ascolta, in un nastro dimostrativo, la loro versione di I (Who Have Nothing) e li scrittura per la Piccadilly, una sussidiaria della Pye.

1967: In primavera Rick Parfitt si unisce al gruppo. Gli Spectres cercano di allinearsi alla corrente psichedelica e cambiano il loro nome prima in Traffic, poi in Traffic Jam e, quindi, definitivamente in Status Quo.

1968: A gennaio la Pye pubblica una composizione di Rossi, Pictures Of Matchstick Men. E’ il primo singolo del gruppo a scalare le classifiche. In agosto esce il loro primo microsolco. Vengono apprezzati come esponenti di spicco della corrente psichedelica.

1969: I singoli pubblicati dagli Status Quo vendono pochissimo. Né la radio, né la televisione, né la stampa specializzata sembrano più dar credito alla loro musica.

1970: Cambiano completamente direzione musicale (e anche look), si assestano a quartetto e diventano tra i gruppi pionieri del genere hard rock. Nel mese di marzo esce il singolo Down The Dustpipe, la prima canzone che presenta la forma musicale per cui resteranno celebri. Bob Young diventa il loro manager.

1971: Ancora ostinatamente ignorati dalla radio e dalla stampa specializzata, vengono fatti esibire alle otto e mezza del mattino al Weeley pop festival. Dog Of Two Head esaurisce senza clamori il contratto con la Pye.

1972: I trionfi al Lincoln Festival e al Reading Jazz and Blues Festival consentono al gruppo di negoziare un nuovo contratto con la Vertigo. L’album Piledriver è un successo clamoroso. Da questo momento ottengono una grandissima visibilità commerciale ed iniziano a contendersi lo scettro di band hard rock più amata nel Regno Unito coi Led Zeppelin e i Deep Purple.

1973-76: Pubblicano quattro album consecutivi, (Hello!, Quo, On The Level e Blue For You) che volano tutti al numero uno delle classifiche.

1977: Mentre in Inghilterra impazza il punk con tutta la sua carica distruttiva (è questo l’anno in cui esplodono i Sex Pistols), Rockin’ All Over The World diventa il singolo più venduto nella storia del gruppo.

1979: Alcuni critici descrivono l’inizio del singolo Whatever You Want come il migliore mai realizzato per un brano di musica rock.

1980-82: Con gli album Just Supposin’, Never Too Late e 1982 salgono ancora ai vertici delle classifiche.

1983-84: All’apice del successo, nascono contrasti e tensioni interne insanabili: Back To Back è l’ultimo album prima che Alan si allontani dal gruppo e gli Status Quo si sciolgano.

1985: Il 13 luglio il gotha del rock si riunisce allo stadio di Wembley per dar vita al più grande evento live della storia, organizzato da Bob Geldof per raccogliere fondi a favore delle popolazioni etiopiche flagellate da una spaventosa carestia. E’ il Live Aid, e agli Status Quo, tornati insieme per l’occasione, viene riservato l’onore di aprire la kermesse esibendosi per primi. E’ anche l’ultima volta di Alan insieme al gruppo.

1986: La band si rifonda con due nuovi membri in formazione: sono John Rhino Edwards al basso e Jeff Rich alla batteria, entrambi della Climax Blues Band. Riacciuffano subito il successo: il singolo In The Army Now vende tre milioni di copie solo in Europa.

1988-89: Il gruppo attraversa un periodo di crisi. Una apparizione a Sun City, la città dei divertimenti dei bianchi nel Sud Africa dell’apartheid, viene seguita da violente polemiche e gli album Ain’t Complaining e Perfect Remedy, peraltro troppo orientati verso il pop, non ottengono il successo dei precedenti. Burning Bridges, invece, diventa il 38° singolo consecutivo a scalare le classifiche inglesi (record).

1990: Rossi e Parfitt festeggiano il 25° anniversario dal loro primo incontro. L’album antologico Rocking All Over The Years li riporta in cima alle classifiche internazionali.

1991: Entrano nel libro dei guiness dei primati suonando quattro diversi concerti in quattro diverse città del Regno Unito - Sheffield, Glasgow, Birmingham e Wembley - in meno di mezza giornata (11 ore e 11 minuti). L’album Rock ‘Til You Drop scala le Top Ten.

1992-93: Il successo internazionale del gruppo comincia lentamente ad affievolirsi. In Inghilterra ed Europa continentale continuano invece a mantenere grandissimo seguito.

1994: Scrivono Come On You Reds, l’inno calcistico del Manchester United. Il singolo vola al primo posto delle classifiche inglesi.

1996: Festeggiano il trentennale con Don’t Stop, un album di cover, e salgono ancora ai primissimi posti delle classifiche.

1997: Nel mese di novembre l’alcol, il fumo, gli stupefacenti e una vita di abusi presentano il conto. Rick è colto da attacco di cuore e rischia seriamente di morire. Gli viene impiantato un quadruplo by-pass col divieto tassativo di continuare a vivere negli eccessi. E’ la svolta per tutto il gruppo che negli anni a venire decide di cambiare stile di vita e tagliare definitivamente i ponti con l’uso delle droghe.

2000: Matt Letley prende il posto di Jeff Rich alla batteria. Il sound del gruppo ne guadagna in freschezza e potenza.

2002: Tornano alla ribalta con l’album Heavy Traffic.

2005: A novembre, All That Counts Is Love è il 62° singolo consecutivo a scalare le charts britanniche. Un record. Nessun altro gruppo è riuscito a fare meglio. Ormai una vera e propria istituzione, nel Regno Unito rimangono una delle rock-band più amate di ogni tempo ed epoca.

2006-2009: Negli ultimi anni sono stati pubblicati sia lavori nuovi, sia diverse compilation con brani rari anche inediti della band. Il disco più rappresentativo del nuovo millennio è senza dubbio Heavy Traffic, album del 2002 che ha sancito il ritorno allo stile degli anni settanta e ha subito provocato una nuova forte impennata dell'affetto del pubblico con un imponente tour mondiale da tutto esaurito. La band vanta una grande schiera di fan nel Regno Unito, dove detiene numerosi record di successi, a cominciare da quello del maggior numero di singoli che abbiano mai scalato le classifiche britanniche, finora ammontanti a più di sessanta, con ampio vantaggio sui Rolling Stones, i Queen e gli U2. Inoltre, pur non avendo più l'enorme seguito internazionale di un tempo, gli Status Quo continuano ad essere molto popolari in larghe parti d'Europa, specialmente in Scandinavia, Germania e Paesi Bassi.

2010-2011: Nel Gennaio del 2010, Francis Rossi e Rick Parfitt, i due membri storici del gruppo, sono stati insigniti dalla Regina Elisabetta del titolo di Ufficiali dell'Ordine dell'Impero Britannico per meriti musicali. 120 milioni di dischi venduti al mondo, più di trenta album nelle classifiche inglesi (in questo secondi solo agli Stones), record di oltre 100 apparizioni nella trasmissione televisiva Top of the Pops: sono solo alcuni numeri, ma esprimono la cifra di un consenso e di una popolarità che, specie nel Regno Unito, sembrano incrollabili.

All'inizio del 2012, dopo 25 anni di separazione e litigi, il gruppo si è ritrovato nella formazione originale, con il ritorno di Alan Lancaster e John Coghlan, per le riprese di un documentario intitolato Hello Quo!, girato da Alan G. Parker, che è stato pubblicato il 29 ottobre 2012. Con la storica formazione originale sono in programma anche alcuni concerti per la prima metà del 2013.

Nell'aprile del 2012, il gruppo ha partecipato alle riprese del film Bula Quo!, interamente girato nelle isole Fiji. La colonna sonora, in uscita nel 2013, comprenderà 6 brani re-incisi e 6 di nuova composizione. Nel film Men in Black 3, uscito nel 2012, la canzone che accompagna una sfilata di moda ambientata nel 1969 è Pictures of Matchstick Men, grande successo degli Status Quo del 1968. Il brano, tuttavia, non è stato inserito nel CD della colonna sonora ufficiale del film.
Dal suo sito ufficiale, il 17 dicembre 2012, Matt Letley annuncia che il concerto degli Status Quo del 19 dicembre 2012, che si terrà all'Arena 02 di Londra, sarà la sua ultima esibizione con questo gruppo.

Nel mese di marzo del 2013, Matt Letley farà poi sapere dal suo Web Log, di partecipare alle date dei concerti degli Status Quo, previste in Australia, Messico e Francia per il periodo che va dall'ultimo quarto del mese di marzo 2013 all'inizio di maggio 2013. Da Maggio in poi sarà annunciato il nome del nuovo batterista che sostituirà Matt.

Leon Cave é il nuovo batterista degli Status Quo, Leon ha suonato durante i concerti di Francis come da solista. Subentrerà a Matt Latley e il suo esordio sarà al Festival Wolkenkratzer a Francoforte in Germania. 34 anni Leon è un talentuoso polistrumentista che suona anche la chitarra e il basso. In bocca a Lupo al nuovo batterista della Band!


Story

Sono i primi anni ’70, quando nel nostro paese arrivano i riflessi dirompenti della “nuova musica”. L’hard rock esce dai confini inglesi e conquista il mondo, giungendo anche a casa nostra....
continua...

BAND:

Rick Parfitt

Nato il: 12 ottobre del 1948.
a: Woking, Surrey.
Chitarrista, cantante e autore di numerose canzoni degli Status Quo.

Mike Francis Rossi

Nato: 29 Maggio 1949
a: Forest Hill, South London
Vive a : South London.
Primo chitarrista degli Status Quo, autore di numerose canzoni, scritte e composte.

Andrew Bown

Nato il: 27 marzo del 1946.
a: Beckenham, South London.
Vive nel West London.
Tasterista, autore di altrettanti canzoni degli Status Quo, inoltre nelle sue canzoni fa uso dell'armonica in modo eccezionale.

John "Rhino" Edwards

Nato il: 9 maggio 1953.
a: Whitton, Middlesex.
Vive nel South west London.
Bassista degli Status Quo, autore di canzoni degli Status Quo. Inoltre negli ultimi anni si è fatto apprezzare dal mondo della musica anche come solista, in un suo album, autore anche di alcune canzoni del gruppo.

Leon Cave

Nato il: 28 settembre 1978.
a: Londra
Nuovo batterista degli Status Quo, infatti ha sostituito Matt Letly che aveva annunciato da tempo di abbandonare il gruppo musicale.

Forum Quo

Find Quo