• 24-12-2016 Morto Rick Parfitt, chitarrista degli Status Quo'.
  • 13-09-2013 Status Quo: unica data italiana il 15 settembre a Milano é stata annullata.
  • 25-05-2013 Leon Cave é il nuovo batterista.
altre news
altre newsNewsStatus Quo!

New cd 'AQUOSTIC 2'

Acquista

Video

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

News

24-12-2016: Morto Rick Parfitt, chitarrista degli Status Quo

IE' morto in un ospedale di Marbella, dove era stato ricoverato giovedì per le complicazioni di un infortunio alla spalla. Rick Parfitt, 68 anni, era uno dei chitarristi più popolari della scena britannica. Insieme agli Status Quo aveva conosciuto il grande successo internazionale grazie a brani come Rain, Backwater e Whatever you want.

Parfitt era nato a Woking nel 1948 ed aveva iniziato a suonare la chitarra molto presto. Nel 1967 entrò a far parte degli Status Quo fondati dal bassista Alan Lancaster e dal chitarrista Francis Rossi. Nei primi anni Settanta la band cominciò a raccogliere un notevole successo, mentre lo stile di vita di Parfitt scivolò su una deriva di eccessi legati ad alcol e sostanze stupefacenti. Non a caso, come ha ricordato la band, era conosciuto come 'The Womorr', ovvero 'the wild old man of rock and roll'.

Nel 1980, a causa di un incidente domestico, perse la vita la sua secondogenita Heidi, e Parfitt sprofondò in una crisi personale ancora più profonda, che nel 1984 portò alla fine del suo matrimonio. In quello stesso periodo si sciolse anche la band e Parfitt iniziò a lavorare su un album solista che però non riuscì mai a completare. Da quel momento, però, iniziò una faticosa risalita personale, cercando di gettarsi alle spalle la dipendenza da alcol e droghe. Aiutato anche dal successo della reunion degli Status Quo (che presero parte anche al Live Aid di Wembley nel 1985 come band di apertura), Parfitt si risposò nel 1988 migliorando il suo stile di vita.

Insieme alla band Parfitt continuò a incidere dischi di enorme successo in Gran Bretagna e non solo (più di 120 milioni album venduti in tutto il mondo, 40 solo in GB), accompagnandone l'uscita con lunghi e fortunati tour. Nel 1991, tra l'altro, gli Status Quo furono protagonisti di una performance clamorosa, esibendosi in quattro città diverse nel giro di sole 11 ore.

 

13-09-2013 Status Quo: unica data italiana il 15 settembre a Milano é stata annullata.

La D'’Alessandro e Galli ha oggi comunicato che il concerto degli Status Quo programmato per domenica 15 settembre presso l’'Alcatraz di Milano è stato annullato. I biglietti potranno essere rimborsati presso le prevendite d'’acquisto entro il 4 ottobre. [Fonte:'rockol.it']

 

25-05-2013 Leon Cave é il nuovo batterista degli Status Quo.

Leon Cave é il nuovo batterista degli Status Quo, Leon ha suonato durante i concerti di Francis come da solista. Subentrerà a Matt Latley e il suo esordio sarà al Festival Wolkenkratzer a Francoforte in Germania.

34 anni Leon è un talentuoso polistrumentista che suona anche la chitarra e il basso. In bocca a Lupo al nuovo batterista della Band!

 

08-04-2013 Bula Quo! - The Album

Uscirà il prossimo 12 Giugno 2013 l'Album che decreta il prossimo film in uscita della Band. 2xCD caratterizza tutte le canzoni del film.

10-12-2012 Matt Letley il batterista dei Quo, ha deciso di lasciare il Gruppo.

La Band annuncia che Matt Letley, il loro batterista da più di 12 anni, ha deciso di lasciare la band. Ultimo spettacolo di Matt é stato presso la O2 Arena di Londra il 19 Dicembre. Matt ha dichiarato:'E 'stato un viaggio fantastico nel corso degli ultimi dodici anni con la band, ma ho deciso che ora è il momento giusto per me di lasciare la band e passare a qualcosa di nuovo.Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare i ragazzi della band, tutti il nostro gruppo di collaboratori, inoltre vorrei ringraziare tutti i nostri Fans. Grazie a tutti di vero cuore'. Ancora non si conosce il nuovo batterista dei Quo, a breve sarà comunque annunciato...

12-11-2012 Concerti, Status Quo con la formazione di 50 anni fa.

Non sono solamente i Rolling Stones a festeggiare 50 anni di attività nel 2012. Qualche raro altro gruppo c'è, e tra questi sono da annoverare gli Status Quo anche se la longeva band londinese probabilmente preferirà attendere il 2017. Il gruppo fu fondato sì nel 1962, ma come Spectres: la denominazione "The Status Quo" arrivò nel 1967. Rimane il fatto che i Quo sono in giro da quasi mezzo secolo. E, per festeggiare, la formazione annuncia che compirà un tour, il primo e l'ultimo, con la line-up definita originale. E cioé Francis Rossi, Rick Parfitt, Alan Lancaster and John Coghlan. I Quo, che con l'ultimo disco di studio "Quid pro Quo" del 2011 hanno ottenuto un sorprendente numero 10 nelle classifiche britanniche, sono arrivati a questa reunion dopo dieci anni di cause e carte bollate. "Fino a due anni fa sarebbe stato impossibile anche solo pensare che i ragazzi avrebbero suonato insieme di nuovo", ha detto il manager Simon Porter. [Fonte: 'Rockol']

 

12-11-2012 Concerti, Status Quo con la formazione di 50 anni fa.

Fondati come Spectres nel 1962, poi The Status Quo nel 1967, infine con l'attuale denominazione dal 1970, gli Status Quo ormai hanno raggiunto un livello di longevità veramente elevato. La band, che da sempre ruota attorno ai pilastri Francis Rossi e Rick Parfitt, in Gran Bretagna ha numeri semileggendari: 60 singoli in classifica, 22 dei quali in Top 10 e pezzi che hanno fatto il giro del mondo come "Whatever you want" e "Rockin' all over the world". Ora la veterana band britannica ha deciso di regalarsi la line-up originale: tornano assieme Rossi, Rick Parfitt, il bassista Alan Lancaster e il batterista John Coghlan così com'erano nel 1967. Quando c'erano ancora i Beatles. Coghlan aveva lasciato nel 1981, creando poi i John Coghlan’s Quo. Il rapporto di Rossi col compagno di scuola Lancaster invece andò in crisi nel 1985, e il bassista portò il gruppo in tribunale per una causa aggiustata in modo extragiudiziale due anni dopo. La line-up originale andrà in tour e registrerà un nuopvo album l'anno prossimo; in modo piuttosto confusivo però gli attuali Quo (Francis Rossi, Rick Parfitt, Andy Bown, John "Rhino" Edwards e Matt Letley) continueranno ad esistere e anch'essi pubblicheranno un nuovo disco. Rossi in ogni caso ha lasciato intendere che il gruppo non potrà rimanere in circolazione ancora per molto tempo. [Fonte: 'Rockol']

29-05-2011 Ormai hanno quasi 50 anni: onore agli Status Quo

.

Sono uno dei quei pochi, pochissimi gruppi rock assieme dalla prima metà degli anni Sessanta. Fondati come Spectres nel 1962, poi The Status Quo nel 1967, infine con l'attuale denominazione dal 1970, gli Status Quo ormai hanno raggiunto un livello di longevità veramente elevato. La band, che da sempre ruota attorno ai pilastri Francis Rossi e Rick Parfitt, in Gran Bretagna ha numeri semileggendari: 60 singoli in classifica, 22 dei quali in Top 10 e pezzi che hanno fatto il giro del mondo come "Whatever you want" e "Rockin' all over the world". Sebbene l'epoca d'oro rimanga saldamente alle spalle, non si può neppure dire che i Quo riposino sugli allori e che i lori dischi cadano nel dimenticatoio: il loro "In search of the fourth chord" del 2007, ad esempio, è riuscito ad entrare nella Top 15 del Regno Unito. Il gruppo sta ora per ricevere il premio alla carriera ai Silver Ckef Awards che supportano l'ente benefico Nordoff Robbins. "E' ormai da un po' di tempo che diamo una mano alla Nordoff Robbins", hanno detto i Quo. "Il lavoro che fanno, che è quello di aiutare la gente attraverso la musica, di dare speranza alla gente, è fantastico. Siamo orgogliosi e onorati di ricevere il Lifetime Achievement Award. E ricevere questo premio da una organizzazione che da 50 anni trasforma le vite delle persone grazie alla musica è un onore ancora maggiore". I premi saranno assegnati a Londra il prossimo 1° luglio. Tra gli altri artisti che riceveranno riconoscimenti sono da annoverare Tinie Tempah, il rapper londinese, Alfie Boe, 37enne tenore di Blackpool, ed Annie Lennox. I Silver Clef Awards si svolgono dal 1976.. [Fonte: 'Rockol']

20-04-2011 Il gruppo pubblicano un disco in esclusiva per Tesco .

Seguendo l’esempio di artisti come Simply Red, Nadine Coyle (Girls Aloud) e Faithless, anche gli Status Quo hanno firmato un’esclusiva con la catena di supermercati Tesco per la distribuzione in formato Cd del nuovo album “Quid pro quo”. Il disco, che comparirà sugli scaffali il 30 maggio prossimo, arriva a quasi quattro anni di distanza dalla precedente prova in studio della band, intitolata “In search of the fourth chord” e pubblicata nel Regno Unito dall’etichetta del gruppo Fourth Chord (la distribuzione nel resto d’Europa era stata affidata alla edel); contando sullo zoccolo duro dei fan, i Quo hanno raggiunto con l’album il numero 15 delle classifiche di vendita britanniche. La recente decisione di associarsi a Tesco, hanno spiegato i leader storici della formazione Francis Rossi e Rick Parfitt, è legata alla volontà di raggiungere il pubblico più numeroso possibile. In seguito alla crisi del retail specializzato, Tesco è diventato uno dei canali di distribuzione più importanti per l’industria musicale britannica (soprattutto per quanto riguarda hits e compilation): recentemente i responsabili della catena hanno lanciato una proposta/ultimatum alle case discografiche, dichiarandosi disposti a mantenere e incrementare gli stock di Cd e d Dvd solo nel caso in cui i fornitori accettino di cambiare le condizioni contrattuali, introducendo un sistema di pagamenti simile al conto vendita che riduce al minimo gli anticipi e i rischi di impresa a carico del rivenditore. [Fonte: 'Rockol']

 

12-09-2010 Il principe Carlo appoggia il nuovo singolo .

Inusuale, forse senza precedenti, mossa di un membro della famiglia reale britannica: il principe Carlo e la moglie Camilla hanno scritto una lettera agli Status Quo, il veterano gruppo di "Rockin' all over the world" e "Whatever you want", per appoggiare la loro nuova uscita discografica. Il principe del Galles, riferendosi ad una nuova versione di "In the army now", singolo la cui prima versione nel 1986 arrivò fino al numero 2 della chart del Regno Unito, esprime la propria soddisfazione in quanto gli incassi saranno devoluti ad enti benefici collegati all'esercito di Sua Maestà. Carlo, nella missiva indirizzata ai due inossidabili dei Quo, Rick Parfitt e Francis Rossi, esprime "la più calda gratitudine" per il gesto ed augura al gruppo "ogni possibile successo" per la riedizione del singolo. "In the army now" sarà ripubblicato il prossimo 26 settembre. Il primo nucleo dei futuri Quo si formò nel 1962, l'anno del primo singolo dei Beatles. Dopo una militanza sotto il nome di Spectres ed una sotto quello di Traffic Jam, nel marzo '67 la formazione di Londra diventò definitivamente Status Quo pubblicando il primo album nel 1968.[Fonte: 'Rockol']

02-09-2010 Il 26 settembre 2010, rilasceranno una nuova versione.

ll loro Hit del 1986, divenne uno dei dischi più venduti in tutto il mondo negli anni '80. Tutti i profitti di questo nuovissimo single della versione rielaborata saranno donati anche per le forze britanniche attraverso una Fondazione'British Forces Foundation and Help For Heroes charities', ci sarà anche una registrazione dell'evento.

 

01-01-2010 Status Quo, Cavalieri della Regina.

Come di consueto la Regina d’Inghilterra ha fatto conoscere l’elenco dei sudditi che riceveranno un’onorificenza. E come succede ormai quasi regolarmente, sono parecchi gli esponenti del mondo dello spettacolo a figurare in questa lista, senza più suscitare lo scandalo dei tempi dell’MBE ai Beatles (1965). Le onorificenze di quest’anno sono andate, fra gli altri, appunto a Rick Parfitt e Francis Rossi degli Status Quo (“avevamo smesso di sperarci da un bel po’”, ha detto Parfitt), e al compositore della colonna sonora di “Moulin Rouge”, Craig Armstrong (hanno ricevuto l’OBE), a Jet Harris, bassista dei gloriosi Shadows (ha ricevuto l’MBE), e alla cantante lirica Sarah Connolly, al pianista Peter Donohoe, al direttore d’orchestra James Loughran e al discografico Lucian Grainge dell’Universal Music Group (hanno ricevuto il CBE).. [Fonte Rockol]